cailaveno (5)

La sede

CAI

Il Club Alpino Italiano è una libera associazione nazionale che, come recita l’articolo 1 del suo Statuto, “ha per iscopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle italiane, e la difesa del loro ambiente naturale”. Costituito il 23 ottobre 1863 a Torino conta oltre 300 mila soci in tutta Italia divisi in 511 sezioni.

Iscriversi al CAI vuol dire sostenere un’associazione che favorisce la frequentazione dell’ambiente montano con la gestione dei sentieri, dei rifugi e bivacchi. Significa far parte di una comunità che ha come carattere distintivo la passione per la montagna in tutti i suoi aspetti e attività. Si spazia dall’alpinismo all’escursionismo, all’arrampicata, allo scialpinismo, allo sci di discesa e di fondo, alla mountain-bike e alla speleologia. Oltre alle attività sportive il CAI promuove la conoscenza e la conservazione della cultura alpina, la difesa dell’ambiente e la tutela del territorio.

CAI LAVENO MOMBELLO

Nato da un gruppo di amici praticanti l’alpinismo con in comune l’amore per la montagna il CAI di Laveno Mombello, si costitusce come sottosezione del CAI di Besozzo nel 1931. Avendo, in seguito, raggiunto un numero di soci sufficienti per costituire una sezione autonoma, il CAI di Laveno Mombello nasce ufficialmente il 21 giugno 1936 .

I primi anni di attività sono condizionati dal regime fascista che, a livello nazionale, vede nel CAI un organo di propaganda. Le gite sociali si svolgono in ambito locale o più distanti avvalendosi dei mezzi pubblici.

Dopo gli anni bui della guerra l’attività si intensifica negli anni ‘50. Le gite escursionistiche si svolgono, in prevalenza, nelle valli piemontesi utilizzando traghetto e bus locali, anche con mete alpinistiche.

Nel corso degli anni sono numerose le attività svolte dalla sezione. Oltre alle escursioni e alle ascensioni alpinistiche, si pratica lo sci alpino con uscite e corsi, si puliscono e segnano i sentieri locali, vengono organizzate serate culturali, ma anche pranzi e castagnate con lo scopo di raccogliere fondi.

Fondato nel 1980 il Gruppo Grotte di Laveno entra a far parte della sezione con un intensa attività che va dai corsi di speleologia, alle uscite in grotta, alle serate culturali.

Nel 1982 viene organizzata la spedizione “ANDE 82”nata da un’idea della guida alpina lavenese Marco Roncaglioni che porta alla conquista del picco inviolato del Cerro Carniciero (5960 mt) nella Cordillera di Huayhaush.

Il 29 novembre 1998 viene inaugurata la sede in via alla Torre, la cui realizzazione ha comportato un importante impegno economico ed un intenso lavoro svolto volontariamente da numerosi soci. Si pone così fine ad un lungo periodo di sistemazioni provvisorie.

Nel 2006, in occasione del 70° anniversario di fondazione viene organizzato un trekking di 10 giorni che porta 10 alpinisti alla conquista della vetta del Monte Bianco.

Oltre alle consuete uscite di escursionismo, alpinismo, sci e speleologia, sono da segnalare, tra le attività recenti: il corso di avvicinamento alla montagna, la palestra di arrampicata, il progetto “vADO in montgna” con gli studenti del liceo e l’ “Ammazzapanettone” tradizionale fiaccolata di S.Stefano.

PRESIDENTI CAI LAVENO MOMBELLO

1936-1938 Filippo Zarri

1939-1945 Luigi Monteggia

1946-1950 Mario Fantoni

1951-1952 Luigi Monteggia

1953-1954 Ernesto Azzalini

1955-1960 Renzo Arioli

1961-1966 Severo Bazzacco

1967-1969 Renzo Arioli

1970-1971 Lorenzo Zocco

1972-1973 Sergio De Maddalena

1974-1979 Romano Formenti

1980-1982 Arnaldo Reggiori

1983-1988 Giuseppe Marchesotti

1989-1991 Arnaldo Reggiori

1992-1998 Angelo Spozio

1999-2001 Stefano Bernasconi

2002-2004 Filippo Cantova

2005-2010 Andrea Savini

2011-2016 Paolo Ielmini

2017- Irene Ielmini