INDICAZIONI TEMPORANEE PER IL RIAVVIO DELL’ATTIVITÀ ESCURSIONISTICA E CICLOESCURSIONISTICA SEZIONALE IN EMERGENZA COVID 19

PREMESSA

Le presenti indicazioni sono aggiornate a seguito della comunicazione prot. 3881 del 03/11/2021 sull’obbligo di certificazione verde (c.d. green pass) nelle attività sociali e si aggiungono a quelle disposte dalle Autorità Statali, Regionali e Provinciali al fine di limitare la diffusione del contagio virale.

Tutte le nostre attività sono ovviamente soggette alle disposizioni delle Autorità Competenti – che possono differire a seconda della regione, provincia, talora anche del comune – in tema di mobilità e di assembramento: è fatto obbligo di rispettare le limitazioni stabilite dalle norme locali e nazionali.

Le presenti indicazioni differiscono a seconda della zona (bianca o gialla) di appartenenza della Sezione/Scuola organizzatrice e della località scelta per l’escursione. Le limitazioni imposte nelle zone arancione e rossa consigliano la sospensione delle attività escursionistiche sociali.

ORGANIZZAZIONE DELL’ESCURSIONE

RUOLO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO SEZIONALE

1) Nel deliberare le attività escursionistiche e i corsi, il Consiglio Direttivo della Sezione designa gli accompagnatori (Soci, Qualificati o Titolati) incaricati dell’attuazione misure anticovid durante l’escursione (figure che possono anche coincidere con il direttore di escursione).

2) Il controllo del possesso e di validità della certificazione verde (green pass) dei partecipanti è affidata al Presidente di Sezione, ma può essere compiuta a campione anche da parte del direttore di escursione o del direttore del corso.

3) Per le attività formative organizzate dalla SCE e dalle SRE gli obblighi dei punti precedenti sono in capo al Direttore della Scuola.

4) Va prevista una comunicazione informativa sulle regole di comportamento dei partecipanti (documento allegato), resa disponibile con largo anticipo e se possibile, comunicata ai soci con newsletter e altri social; deve essere chiaramente espresso anche nella locandina che ogni partecipante deve possedere il certificato verde (green pass), la mascherina e quant’altro disposto in termini di sicurezza per non essere escluso dall’escursione.

SCELTA DELLA META E DIFFICOLTÀ

5) Adottando le opportune precauzioni, si possono organizzare iniziative di tutte le difficoltà escursionistiche e cicloescursionistiche.

6) In zona gialla, si consiglia di privilegiare escursioni e uscite giornaliere dei corsi, che richiedono trasferimenti limitati – nelle vicinanze della sede della sezione organizzatrice (“escursionismo di prossimità“), nel rispetto delle regole di spostamento tra comuni e regioni diverse. Le zone di sosta e il punto di arrivo devono essere in grado di sostenere il distanziamento.

7) Si consiglia in ogni caso di favorire le escursioni che approfondiscano aspetti culturali, antropologici e naturalistici dell’ambiente montano, meglio se lungo itinerari in genere poco frequentati e lontani dalle mete classiche degli escursionisti.

8) Privilegiare località dove siano presenti Rifugi CAI, programmandone la fruizione con attenzione e necessariamente in collaborazione con i Gestori, ancor più se è previsto il pernotto.

NUMERO PARTECIPANTI e ACCOMPAGNATORI

9) In zona bianca non si ravvisa la necessità di imporre limitazioni al numero di partecipanti.

10) In zona gialla, le regole sul distanziamento impongono di limitare il numero dei partecipanti a gruppi di non più di 20 persone più gli accompagnatori (prevedere sempre almeno due accompagnatori per gruppo). In caso di notevole richiesta dei soci, dove possibile sul piano organizzativo, si consiglia di organizzare l’escursione con più gruppi autonomi di non più di 20 partecipanti, con partenze scaglionate, mantenendo la distanza fra i gruppi durante l’escursione. Le zone di sosta e il punto di arrivo devono comunque essere in grado di sostenere il distanziamento.

11) Oltre al solito kit di primo soccorso (che prevede i guanti monouso), gli accompagnatori devono essere provvisti anche di occhiali protettivi, da utilizzare nel caso ci si debba avvicinare ad una persona in caso di incidente.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE E DE ACCETTAZIONE ALL’ESCURSIONE

12) È obbligatoria la preiscrizione e l’accettazione da parte degli organizzatori. In zona gialla si consiglia di favorire le iscrizioni telematiche: via mail, sms, WhatsApp o simili. Evitare richieste di partecipazione dell’ultima ora e prevedere la conferma di accettazione da parte degli accompagnatori. Si raccomanda di tener presente le esigenze di Soci anziani o impossibilitati/in difficoltà all’utilizzo delle necessarie tecnologie informatiche, prevedendo più modalità.

13) Può partecipare all’escursione solo chi dichiara una temperatura corporea inferiore ai 37,5 °C, di non avere sintomi influenzali riferibili al Covid-19 (es. tosse), di non essere soggetto a obbligo di quarantena su disposizione delle Autorità Sanitarie né di isolamento fiduciario, di essere a conoscenza dell’obbligo di possesso del certificato verde green pass) da esibire su richiesta delle persone preposte al controllo da parte del Presidente di Sezione.

14) Si fa obbligo ai partecipanti di avere con sé la mascherina e il gel disinfettante a base alcolica.

15) La Sezione si impegna a fornire al responsabile dell’escursione l’elenco aggiornato e ufficiale dei partecipanti in tempo utile per i controlli precedenti la partenza dal punto di ritrovo indicato.

LOGISTICA E TRASPORTI

16) Per il raggiungimento della località di partenza dell’escursione si rimanda alle norme nazionali/regionali/provinciali che regolano il trasporto pubblico, il servizio di noleggio bus con autista e quello privato in auto di persone non conviventi vigenti al momento.

17) La scelta dell’escursione deve tener conto anche della. disponibilità di parcheggio adeguato nel luogo di “partenza, dell’aumento dei costi di trasferta comprimibili con scelte di prossimità, del fatto che nella gestione delle soste durante il trasferimento può diventare problematico fermarsi tutti nello stesso posto e causare notevole perdita di tempo nel caso di utilizzo dei servizi igienici.

SVOLGIMENTO DELL’ESCURSIONE

LOGISTICA PARTENZA

18) Prima della partenza (al punto/ai punti di ritrovo indicati dagli organizzatori) i responsabili verificano il possesso e la validità della certificazione (green pass), raccolgono le autocertificazioni, verificano la dotazione sia escursionistica che di DPI, che ogni partecipante deve tassativamente avere con sé, pena l’esclusione dall’escursione (si consiglia alla sezione di predisporre una congrua scorta di questi DPI da consegnare agli accompagnatori come materiale di emergenza).

19) Prima della partenza dell’escursione, gli iscritti verranno chiamati a raccolta dai responsabili, sempre nel rispetto della distanza interpersonale e con l’uso della mascherina se in zona gialla. Si farà l’appello (certificazione della corrispondenza tra lista e partecipanti e controllo del numero massimo stabilito dal CD), si daranno le disposizioni per l’attività chiedendo se ci sono domande (tacita accettazione delle norme di comportamento).

CONDOTTA DI ACCOMPAGNAMENTO

20) In zona gialla, durante la marcia a piedi e in bicicletta va conservata una distanza interpersonale di almeno 2 metri. Ogni qualvolta tale distanza-dovesse diminuire, durante le soste e nell’incrocio con altre persone, è obbligatorio indossare la mascherina: è consentito procedere vicini solo tra conviventi.

21) Gli accompagnatori si porranno almeno uno alla testa del gruppo e l’altro alla fine.

22) In riferimento alla percorrenza di vie fermate si suggerisce alla Scuole e alle sezioni di valutarne attentamente i potenziali rischi e in ogni caso, di agire con maggior prudenza e adottando particolari accorgimenti: in ferrata è tassativo l’uso di mascherina (tipo chirurgico), di occhiali protettivi al fine di prevenire il contatto delle mani con occhi, naso e bocca e occorre prevedere procedure di lavaggio e/o disinfezione frequente delle mani.

23) Tali precauzioni vanno adottate anche in caso di itinerari che prevedono l’impiego di materiali di uso comune (es. corde fisse, catene, mancorrenti) o con punti particolarmente problematici, dove sarebbe inevitabile la creazione di assembramenti e il venir meno delle condizioni di sicurezza.

24) È vietato lo scambio di cibo e bevande, abbigliamento, attrezzatura e dispositivi accessori di sicurezza al di fuori dei gruppi familiari – tranne in caso di effettiva emergenza/urgenza.

25) È responsabilità del partecipanti non disperdere mascherine lungo il percorso, ogni rifiuto va sempre portato a casa con sé, ognuno sia sempre civile e solidale.

MODALITÀ DE SUPPORTO E APPOGGIO TECNICO CON AIUTO DIRETTO AI PARTECIPANTI

26) Nel caso di supporto tecnico o di gestione di un’emergenza, oltre alle normali prassi, l’accompagnatore dovrà indossare la mascherina, disinfettarsi le mani prima e dopo l’intervento, indossare guanti monouso, occhiali protettivi/visiera.

27) In caso di infortunio, nonostante l’accompagnatore non possa esimersi dall’intervenire nel primo occorso utilizzando i DPI, è necessaria la chiamata del 118/112, anche eventualmente solo per un consulto sul da farsi, in quanto l’autosoccorso è limitato dalle norme in essere.

28) Eventuale materiale d’uso comune (corde, moschettoni…) deve essere lasciato almeno per le 72 ore precedenti l’uscita in un locale aerato; materiali plastici o metallici possono essere puliti con alcool denaturato.

CORSI DI ESCURSIONISMO E CICLOESCURSIONISMO

29) Le indicazioni qui presentate si applicano anche alle uscite in ambiente e alle attività pratiche dei corsi.

30) Per le lezioni in aula o in ambienti chiusi, si applicano le disposizioni delle Sede Centrale, nel rispetto delle regole imposte dalla Autorità competenti (certificazione verde c.d. green pass, uso mascherina, distanziamento e accessi proporzionali alla capienza del locale, ecc.).

TERMINE DELL’ATTIVITÀ

31) Sarà cura del direttore di escursione comunicare al Presidente sezionale il termine dell’attività e informarlo sul suo svolgimento mediante mail o messaggio WhatsApp o SMS; questo per creare una base documentale che definisca esattamente l’esaurimento del mandato relativo all’escursione. La lista dei partecipanti e le auto-dichiarazioni vanno conservate nel rispetto della normativa dettata a protezione della privacy per almeno 14 giorni.

Gestione delle attività al chiuso e all’aperto (agg. 10/01/2022)

A) Attività all’interno delle Sezioni o al chiuso, ivi comprese le attività formative

Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica, l’accesso e la partecipazione alle attività sezionali al chiuso sono consentite a:

  • Soggetti in possesso di green pass “rafforzato”;
  • Soggetti di età inferiore ai 12 anni;
  • Soggetti esenti dalla campagna vaccinale, sulla base di idonea certificazione medica

Resta inteso che la partecipazione ad eventi sezionali che richiamano ampio pubblico (ad esempio: proiezioni cinematografiche, esibizioni di cori, presentazioni di libri, mostre, …) rientra tra gli eventi per cui è prevista la mascherina FFP2.

B) Attività all’aperto

B1)a partire dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica, l’accesso e la partecipazione alle attività all’aperto sono consentite a:

  • Soggetti in possesso di green pass “rafforzato”;
  • Soggetti di età inferiore ai 12 anni;
  • Soggetti esenti dalla campagna vaccinale, sulla base di idonea certificazione medica.

B2) Fino al 31.01.2022:

  • è fatto divieto di organizzare feste, comunque denominate, eventi a queste assimilati ed i concerti che implichino assembramenti in spazi aperti;
  • è obbligatorio l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine) anche nei luoghi all’aperto e anche in zona bianca.

Resta confermata la necessità di rispettare ogni ulteriore forma di protezione dal Covid-19 (ad esempio: divieto assembramento, distanziamento, registro dei partecipanti, moduli autodichiarazione, utilizzo mascherine e prodotti igienizzanti, …).

Note operative PER I PARTECIPANTI 

I partecipanti devono essere in possesso di certificazione verde (c.d. green pass) e si impegnano a rispettare le norme di igiene, le regole base di divieto di assembramento e quant’altro inerente all’utilizzo di Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale.

I partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dagli accompagnatori responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione, designati dalla Sezione organizzatrice.

I partecipanti sono informati delle modalità di iscrizione e partecipazione alle attività sociali indicati dagli organizzatori e le accettano.

Chi intende aderire è consapevole che potrà essere ammesso solo se

  • è in grado di esibire certificazione verde (green pass),
  • ha ricevuto preventiva comunicazione di accettazione dell’iscrizione;
  • è provvisto dei necessari DPI (mascherina, gel disinfettante) e di quant’altro indicato dagli organizzatori;
  • non è soggetto a quarantena o a isolamento fiduciario e può autocertificare una temperature corporea inferiore ai 37,5•C e assenza di sintomi influenzali ascrivibili al Covid-19.

Osservare scrupolosamente le regole di distanziamento e di comportamento:

  • in zona gialla durante la marcia – a piedi o in bici – va conservata una distanza interpersonale di almeno 2 metri. Ogni qualvolta si dovesse diminuire tale distanza, durante le soste e nell’incrocio con altre persone è obbligatorio indossare la mascherina;
  • su vie ferrate o in caso di utilizzo di materiali di uso comune (es. corde fisse, catene, mancorrenti) è tassativo l’uso di mascherina e di occhiali protettivi, al fine di prevenire il contatto delle mani con occhi, naso e bocca, e occorre procedere alla disinfezione frequente delle mani;
  • sono vietati scambi di attrezzatura, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare;
  • si fa obbligo ai partecipanti di avere con sé la mascherina e il gel disinfettante a base alcolica.

È responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso, tutto va portato a casa così come i rifiuti. Bisogna dimostrarsi civili e solidali con le popolazioni montane.

Ai partecipanti è richiesta la massima disciplina, pena l‘immediata esclusione dall’escursione per comportamenti potenzialmente dannosi per gli altri Soci.

AUTODICHIARAZIONE 

Scarica PDF modulo di autodichiarazione >>

Utilizzando l’applicazione Adobe Acrobat Reader con l’opzione compila e firma è possibile farlo direttamente su pc o smartphone senza stamparlo.